Massimo Melani, docente di strumento musicale (tromba e trombone) presso la scuola secondaria di primo grando "Cesalpino" di Arezzo, ha conseguito la Maturità artistica ad indirizzo musicale presso il Liceo classico "F. Petrarca" di Arezzo, si è laureato in Tromba al Conservatorio "Cherubini" di Firenze, studiando con Luca Marzana e Walter Carpano e perfezionandosi poi con il trombettista Pierre Thibaud.
Parallelamente ha studiato Analisi e Composizione sotto la guida di Fabio Lombardo, continuando successivamente presso lo stesso Conservatorio con D. D'Ambrosio e R. Riccardi, iniziando ad approfondire le tematiche legate alla ricerca nei campi della composizione, dell'analisi musicale, nelle sperimentazioni didattiche, che hanno prodotto importanti collaborazioni e realizzazioni di progetti di vario genere.
Non ancora diplomato ha ottenuto l'idoneità all'Orchestra Giovanile Italiana.
Nel 1996 ha costituito il gruppo CoverQueen (formato da 16 musicisti, caratterizzato dalla fusione timbrica di strumenti classici, moderni e voci) in qualità di compositore-arrangiatore e solista. Nel 1999 ha guidato il gruppo CoverQueen in una lunga serie di manifestazioni concertistiche, culminate con il concerto al Mandela Forum di Firenze con più di 3000 spettatori; la settimana successiva ha incontrato Roger Taylor (batterista dei Queen) al quale ha presentato i propri lavori e ha collaborato con lo stesso artista ad un concerto presso la Shepard house di Londra.
Ha frequentato presso il Centro Toscano di Musicoterapia -CE.TO.M- di Firenze (riconosciuto dalla Regione Toscana) due stages di corsi di musicoterapia.
Nell'Agosto 2004 è stato tra gli artefici del progetto di musica contemporanea "
Connective".
Nel 2005 ha frequentato un corso di direzione d'orchestra con Alessandro Pinzauti e un corso di direzione corale e tecnica vocale con Maria Ida Tosto.
Ha collaborato con numerosi musicisti (M. Cosottini, M. Guerrini, M. Bonechi, F. Caldini, O. Odori, A. Pisani, A. Arieli, G. Cifariello, B. De Franceschi, O. Lacagnina, G. Martellini, M. Manganelli,...).
Ha suonato in numerose formazioni strumentali da camera e orchestrali classiche, contemporanee (Connective, Grim -Music Improvisation Research Group-), OIDA, ed ha assistito artisti di musica leggera (Piero Pelù, Aleandro Baldi, Lorenzo "Jovanotti" Cherubini, Antonella Ruggiero).

Alcuni delle sue opere e brani sono proposti per radio, per televisione e satellite.
Ha collaborato come arrangiatore per Orchestra GAMS di Scandicci (FI).

Dal 2012 al 2019 è stato Direttore della Corale San Filippo Neri di Castelfranco di Sopra (AR), con cui ha diretto per la prima volta l'Oratorio in quattro quadri "San Filippo Neri, il santo dell'allegria" di Giorgio Martellini, dopo una personale rielaborazione, il Gloria RV 589 per soli, coro a 4 voci miste e orchestra di Antonio Vivaldi, il concerto n°3 per tromba, 2 oboi, orchestra e basso continuo di George Philipp Telemann, "Confitebor tibi Domine" per soprano, contralto, coro a 5 voci e orchestra di G. B. Pergolesi e "Salve Regina" di Arvo Part, oltre a brani orchestrali e corali di Handel, Bach e Durante, specializzandosi nella musica barocca.